Scrivere di sé

Scrivere di sé
a cura di Andrea Pomella

QUANDO:
sabato 19 e domenica 20 ottobre 2019
ore 10-13 / 14-17

DOVE:
add editore, Piazza Carlo Felice 85
Torino (metro Porta Nuova)

QUANTO: 
il costo è di 250 euro.

Scrivere di sé

Un corso di scrittura autobiografica

a cura di Andrea Pomella

 

“Io pur di scrivere mi sono ridotto a vivere” (Aldo Busi)

 

Chi ha detto che la propria storia personale sia meno interessante di una storia di pura fantasia?

Scrivere di sé non è un privilegio riservato agli uomini illustri: ogni vita è degna di essere raccontata. E non è (solo) un atto narcisistico: se gli uomini della preistoria non fossero stati così sfacciatamente autobiografici, oggi le incisioni rupestri non ci parlerebbero delle loro conoscenze e attività, del loro grado di sviluppo. E la letteratura moderna mancherebbe di grandi capolavori.

Scrivere di sé non è fare la cronaca della propria esperienza passata, ma raccontare il tumulto che si vive durante quell’esperienza. È il racconto in diretta di una presa di coscienza.

Due lezioni – della durata di 5 ore ciascuna – per imparare che se la narrativa d’invenzione ci chiede: “E se questo accadesse?”, la scrittura autobiografica ci dice: “Questo è ciò che accade”.

 

Prima lezione • LA VOCE E L’IO
Sabato 19 ottobre 2019

  • Dove cercare la propria voce;
  • Le forme della scrittura autobiografica: il romanzo-memoir, il diario, l’epistola, le confessioni, l’apologia, il soliloquio.
  • I sentimenti della scrittura del sé: la vergogna, la rabbia, il pudore;
  • I limiti del racconto di sé (Questo buio feroce, di Harold Brodkey).
  • La forza dell’io;
  • Scrivere di sé per mettere in discussione sé stessi, il proprio pensiero e i propri ricordi;
  • L’io individuale e l’io collettivo (Gli anni, di Annie Ernaux).

 

Seconda lezione • LA MEMORIA E IL MONDO
Domenica 20 ottobre 2019 

  • Come funziona la memoria;
  • Mettere ordine dentro di sé;
  • Il racconto autobiografico del proprio passato. (Lessico famigliare, di Natalia Ginzburg).
  • Lo sguardo sul mondo;
  • Trovare un senso a una storia, anche se quella storia [in apparenza] un senso non ce l’ha…;
  • Il racconto autobiografico in presa diretta del proprio tempo e dei luoghi del presente (Esaurimento di un luogo parigino, di Georges Perec).

Durante le lezioni sono previste sessioni di scrittura, letture ed esercitazioni pratiche.

DOCENTE DEL CORSO:

Per maggiori informazioni
scrivici a info@scuoladellibro.it
o chiama allo 06.8354.8987

 

Scrivere un racconto che piacerebbe al New Yorker