Leggere le carte-tecniche di lettura consapevole

Giordano Meacci

Leggere le carte

a cura di Giordano Meacci

QUANDO:
23, 30 settembre e 7, 14 ottobre 2020
h 18.00-20.30

DOVE:
ONLINE

QUANTO: 
il costo è di 250 euro.

Leggere le carte

Tecniche di lettura consapevole

di Giordano Meacci

 

In principio era “in principio”; almeno dal punto di vista letterale. È da questa prima percezione linguistica che bisogna partire: per superarla in modo da poterci ritornare.

Perché ogni frase, ogni rigo, ogni pagina, ogni testo può trasformarsi in una rilettura creativa capace di illuminarci ogni volta mentre ci inventiamo mondi linguistici nuovi. 

L’intero corso cercherà di mettere in luce quanto – e soprattutto come – la “frequentazione della lettura” ha bisogno del modo giusto per rivelarsi. 

Perché è proprio il modo di leggere che ci appartiene. E però ha bisogno, anche, del tempo giusto in grado di renderci più consapevoli e, perché no?, felici, turbati, scossi, commossi: in modo da rappresentarci nella forma che scegliamo.

E poi, si sa, il tempo di lettura precede e prevede il tempo della scrittura. 

Quattro incontri anche per ricordare che le lingue esistono e si muovono. Ci sono. E ci fanno.

I. Digressione. «Le nevi di Dublino, i tempi di Villon». La Letteratura come forma digressiva.

Primo passo: James Joyce, Gente di Dublino e Terrence Malick, The Tree of Life

II. La Progressione e la Regressione. «David Foster Wallace, Rodrigo Fresán e la questione dell’uno per cento». La Letteratura come memoria del passato e ricordo del futuro.

Primo passo: David Foster Wallace, Infinite Jest e Ettore Scola, C’eravamo tanto amati

III. L’Ossessione e la Possessione. «Le scritture invasate, le scritture invadenti, le scritture evase e le letture invase». La Letteratura come forma inventiva del mondo.

Primo passo: Toni Morrison, Amatissima e Orson Welles, Quarto potere

IV. Rotazione e Rivoluzione. «Dante, Cervantes, Shakespeare e l’Estetica degli scritti corsivi». La Letteratura come interno paesaggio e eterno passaggio.

Primo passo: Shirley Jackson, L’incubo di Hill House e Sofia Coppola, Lost in Translation 

DOCENTE DEL CORSO:

Per maggiori informazioni
scrivici a info@scuoladellibro.it
o chiama allo 351.9279552

Comunicazione eventi e ufficio stampa - workshop a cura di Maria Galeano
Liscio come l'olio - come si fa l'editing di una traduzione