SCRIVERE LA SCENEGGIATURA DI UN FILM

serafini_febbraio

A cura di Francesca Serafini

Quando una storia chiede di essere raccontata uno scrittore deve scegliere la forma giusta per valorizzarne tutte le potenzialità. Il suo lavoro è sulle tecniche e sui linguaggi. Scrivere per il cinema significa essere consapevoli di due cose: che oltre alla parola si ha a disposizione il visivo; e che tutto quello che viene scritto è solo una preparazione per un’opera collettiva che sarà completata da altri. Ma non si arriverà mai a quel momento se prima chi scrive non si è fatto tutte le domande giuste. In questi due moduli cercheremo tutte le domande, e impareremo a dare qualche risposta ragionando sulle tecniche e i linguaggi che aiutano a trovarle.

 

Modulo I: soggetto e scaletta

I partecipanti devono presentarsi in aula con la sinossi di un film che vorrebbero scrivere, delineando in tre cartelle i profili dei protagonisti (psicologia, famiglia e professione), l’ambientazione (luogo e tempo) e le linee essenziali della trama.

Lezione frontale sul soggetto. Che cos’è? In che cosa si discosta da un racconto in prosa? Come si crea un personaggio? Scelta e declinazione di un tema. Si passerà a una fase laboratoriale sulle sinossi presentate dai partecipanti. Nella seconda giornata si rielaboreranno i lavori in base a spunti e riflessioni apprese durante la lezione del giorno prima. Seguirà una lezione sulla scaletta: questione produttiva; organizzazione scenica del materiale narrativo delle sinossi.

Modulo II: dialogo e drammaturgia della scena

I partecipanti devono presentarsi in aula con alcune scene scritte (anche con i dialoghi) a partire dalle scalette prodotte durante il modulo precedente.

Lezione frontale sulle tecniche di dialogo e sulla drammaturgia della scena. Perché quello che funziona sulla pagina scritta potrebbe non funzionare sulla scena filmata? Laboratorio sulle scene scritte dai partecipanti ed editing.

Francesca Serafini:

Linguista di formazione, scrive libri (Questo è il punto. Istruzioni per l’uso della punteggiatura, 2012, Laterza; Di calcio non si parla, 2014, Bompiani) e da molti anni sceneggiature per la tv (La squadra; Medicina generale, ecc.) e per il cinema (con Claudio Caligari e Giordano Meacci ha scritto l’ultimo film di Caligari, Non essere cattivo, 2105, Nastro d’argento speciale 2016). Ha curato editing per diverse case editrici ed è consulente per la fiction per RSI. Per conto della Società Dante Alighieri è tra i curatori di una rubrica sulla lingua italiana per il programma Community (Rai Italia). Tiene da anni corsi di drammaturgia (Serial writers, minimum fax e Mediaset; Web Series Lab, Rsi; ecc.).

Quando: 11-12 febbraio e 25-26 febbraio 2017
Dalle 10,00 alle 17,00
DoveVia della Polveriera, 14 (metro Colosseo) • Roma

 

Iscrizioni

Il costo del corso è di 450 € euro e comprende il costo della tessera associativa, che ha validità un anno.

Per iscriversi è necessario inviare una mail a info@scuoladellibro.it con i propri dati e versare un anticipo (pari a metà della quota prevista) entro 5 giorni dalla comunicazione di conferma di iscrizione.

Per i titolari di IBS Premium è prevista una riduzione DEL 10% sul prezzo del corso.

Il pagamento delle quote di partecipazione ai nostri corsi può essere effettuato soltanto:

· in contanti presso la nostra sede di via della Polveriera, 14 – Roma, dalle 10,00 alle 14,00;
· tramite bonifico bancario intestato a associazione culturale SCUOLA DEL LIBRO c/o Unicredit Banca di Roma:
IBAN: IT 93 V 02008 05020 000010268368;

· con A.B. intestato a associazione culturale SCUOLA DEL LIBRO.

 

Nel caso non venisse raggiunto il numero minimo di partecipanti ciò verrà comunicato via e-mail entro una settimana dall’inizio del corso e verrà concordata una nuova data per lo svolgimento del corso o la restituzione dell’anticipo versato. L’anticipo non verrà restituito in caso di rinuncia o di impossibilità da parte degli iscritti a partecipare ai corsi prenotati.

ANIMA E CORPO
SCRIVERE DI SENTIMENTI SENZA SENTIMENTALISMI
ALBUM: FOTOGRAFIE, NARRAZIONI,
AUTOBIOGRAFIE