Intervista a Elena Stancanelli

«Le vite degli altri. Gli scrittori e la biografia»: questo il titolo del tuo corso di scrittura, in programma qui alla Scuola del libro il fine settimana del 3 e 4 marzo. Ci racconti come ti è venuta l’idea di questo corso?

Quella che chiamiamo impropriamente auto-fiction, a me sembra soprattutto una letteratura “esperienziale”. Siamo finiti in un tempo nel quale tutto è revocabile e revocato con un tasto, e la maggior parte degli avvenimenti, anche quelli apparentemente meno contestabili, sono soggetti al regime del dubbio. La letteratura ha due strade: la finzione massima, e quindi i generi, o l’esperienza. Fidati: questa cosa è successa me e quindi è successa davvero. Come si possono raccontare le altre vite, se le uniche vicende incontestabili sono quelle vissute in prima persona? Su questo tema hanno lavorato molti scrittori e scrittrici che amo, ed è di questo che volevo parlare.

Pensi che si possa insegnare a scrivere? Da docente, cosa ti piacerebbe lasciare in dote alla tua classe?

Certo che si può insegnare a scrivere, così come si può insegnare a recitare, danzare, cantare (non dimenticare che io vengo da una scuola di teatro). Ma non si può insegnare a essere scrittori, ballerini, attori, cantanti. Si insegnano le tecniche, ma saper scrivere non fa di te uno scrittore. Vorrei che la gente se ne andasse dal mio corso pensando a quanti meravigliosi libri deve ancora leggere.

Il tuo ultimo romanzo è La femmina nuda (La nave di Teseo, 2016), candidato al Premio Strega e vincitore del Premio Vittoriano Esposito. Al momento stai scrivendo (o pensando di scrivere) un altro libro? 

Si, sto scrivendo un libro nuovo e, indovina: è una biografia!

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Altri articoli

Facebook

Scuola del libro

la Scuola del libro è un laboratorio permanente che propone un'offerta formativa intorno a tutti i mestieri del libro: traduzione, editing, grafica, redazione, impaginazione, ufficio stampa, comunicazione, marketing, ebook, social network, editoria digitale; e alla scrittura nelle sue varie forme: narrativa, non fiction, autobiografia, scrittura per ragazzi, giornalismo culturale.
Scuola del libro
Scuola del libro2 days ago
«In molti pensano che le letture estive per bambini e ragazzi siano un insieme di romanzi noiosi ed enormi tomi polverosi sfogliati controvoglia, da riassumere capitolo per capitolo e imparare a memoria per il ritorno tra i banchi a settembre. Ma siete proprio sicuri che sia così? Leggete questi libri e di certo cambierete idea».
I consigli di lettura dedicati alla narrativa per bambini e ragazzi, a cura degli allievi del master #Illavoroeditoriale 2021.

twitter

5 days ago
Maria Paola Corsentino, allieva del master #illavoroeditoriale 2021, ha intervistato Chiara Condò, della Libreria Il pensiero meridiano di Tropea, «l’unico luogo in cui trovare libri in un paese privo anche della biblioteca». Buona lettura!
↘️ https://t.co/mT7ny8iGtr https://t.co/m7ePILc2rQ
scuoladellibro photo

Il nostro instagram