Intervista a Luca Ricci

Foto di Luca Ricci

La prossima edizione di «Scrivere un racconto che piacerebbe al New Yorker» è in programma a Firenze il fine settimana del 7 e 8 aprile. È un corso di scrittura ormai “di casa” qui alla Scuola del libro: cambiano gli allievi, non cambia il livello di gradimento, sempre molto alto.
Ci racconti come è nata l’idea di questo corso?

Erano anni che ragionavo attorno alla forma racconto, ai suoi elementi strutturali, alle sue peculiarità, a ciò che la distingue dal romanzo, e perciò mi sono detto che in effetti avrei potuto mettere in piedi un corso ad hoc, appositamente pensato per gli scrittori di racconti. All’inizio il corso girava col titolo “I dieci comandamenti del racconto breve”, poi qualcuno mi passò un numero del New Yorker ed ebbi l’illuminazione definitiva. Non ho più smesso di portarlo in giro, segno che oltre al fumo c’è l’arrosto, per fortuna. È un corso che mette al bando qualsiasi approccio extratestuale, non vuole lavorare sulla creatività dei corsisti né indagare le ragioni della loro “vocazione”, e non mette in primo piano neppure le biografie dei grandi scrittori (faccio pochissimi cenni, che senso avrebbe?, chiunque può aprire da solo una pagina Wikipedia). È un corso tecnico, che si basa solo sui testi.

Pensi che si possa insegnare a scrivere? Da docente, cosa ti piacerebbe lasciare in dote alla tua classe?

Chiunque faccia esperienza di un corso di scrittura, che lo tenga o che lo segua, vive nel medesimo paradosso: io insegno qualcosa che non può essere imparato; i corsisti imparano qualcosa che non può essere insegnato. Quando c’è un racconto lavorabile, e ci mettiamo a riscriverlo in classe, e riusciamo sensibilmente a migliorarlo, a volte di poco a volte di molto, nell’aula c’è una scarica di elettricità, qualcosa di molto vicino alla gioia. Ed è tutto. Ed è tantissimo, credetemi.

La tua ultima raccolta di racconti, I difetti fondamentali, è uscita per Rizzoli solo l’anno scorso. Ci confermi però che è in arrivo qualcosa di nuovo? Cosa ci aspetta?

Il 22 febbraio uscirò con un romanzo intitolato Gli autunnali. Questo lavoro, di cui sono davvero orgoglioso, segna il mio passaggio alla casa editrice La nave di Teseo. Quel che posso anticipare è che sarà un romanzo molto verticale, scosceso: io non ce l’ho proprio il passo pachidermico del romanziere vecchia maniera. Se vogliamo, ho scritto un romanzo che è anche un immenso ed evidente tributo all’arte del racconto. Presto scoprirete come e perché.

Condividi

Altri articoli

ivrea scuola del libro

La Scuola del libro a Ivrea

11 ottobre • Giorgio Vasta ore 18: presentazione di Palermo, Un’autobiografia nella luce (Humboldt)  ore 19-20.30: Storie dello sguardo: una lezione di scritturaStorie dello sguardo è un

Facebook

Scuola del libro

la Scuola del libro è un laboratorio permanente che propone un'offerta formativa intorno a tutti i mestieri del libro: traduzione, editing, grafica, redazione, impaginazione, ufficio stampa, comunicazione, marketing, ebook, social network, editoria digitale; e alla scrittura nelle sue varie forme: narrativa, non fiction, autobiografia, scrittura per ragazzi, giornalismo culturale.
Scuola del libro
Scuola del libro2 days ago
L'11 ottobre si dà il via a una serie di tre incontri che abbiamo organizzato a Ivrea, in collaborazione con la Galleria del libro.

Tre sere così organizzate: alle 18 si presenta il libro e alle 19 si assiste a una lezione di scrittura.
What'else?

Per saperne di più: info@scuoladellibro.it
Scuola del libro
Scuola del libro2 days ago
Un corso che terrà insieme esercizi di scrittura e analisi delle tradizioni del giornalismo narrativo di tutto il mondo: ancora pochi posti per il corso di Annalisa Camilli (di Internazionale) in partenza il 3 ottobre.

Per info e iscrizioni: info@scuoladellibro.it
Scuola del libro
Scuola del libro3 days ago
⚡️Torna il corso di traduzione letteraria dallo spagnolo.

Un'occasione per riconoscere le insidie, scoprire i trucchi, studiare il mercato e soprattutto fare tanta pratica guidati da due traduttrici professioniste: Gina Maneri e Giulia Zavagna.

💥 Prenota il tuo posto con una mail a info@scuoladellibro.it
Scuola del libro
Scuola del libro4 days ago
💥 «Fare un podcast»: ultimi giorni per iscriversi!

📨 info@scuoladellibro.it
Emons Libri & Audiolibri
Scuola del libro
Scuola del libro5 days ago
💥 Riprendono le iscrizioni all'edizione 2023 del nostro master #IlLavoroEditoriale.

📬 Scriveteci a info@scuoladellibro.it per prenotare un colloquio conoscitivo.
Scuola del libro
Scuola del libro6 days ago
⚡️ Celebre per la sua rigida dieta letteraria, torna il corso principe di Vanni Santoni.

⚜️ Si tratta di un corso pensato per migliorare l’efficacia del proprio lavoro di scrittura e imparare a portare avanti (o ad avviare seriamente) una narrazione di ampio respiro, sia essa un romanzo, una raccolta di racconti o un testo di non-fiction narrativa.

⌛️ ultimi giorni per iscriversi: info@scuoladellibro.it

twitter

L'11 ottobre diamo il via a una serie di incontri a Ivrea, in collaborazione con la @gallerialibro!

Tre sere così organizzate: alle 18 si presenta il libro e alle 19 si assiste a una lezione di scrittura.

What'else?

Per saperne di più: info @scuoladellibro.it https://t.co/19YWuU8wR8
scuoladellibro photo

Il nostro instagram

4 weeks ago
1 month ago
1 month ago
1 month ago
2 months ago
2 months ago