Intervista a Luca Ricci

Foto di Luca Ricci

La prossima edizione di «Scrivere un racconto che piacerebbe al New Yorker» è in programma a Firenze il fine settimana del 7 e 8 aprile. È un corso di scrittura ormai “di casa” qui alla Scuola del libro: cambiano gli allievi, non cambia il livello di gradimento, sempre molto alto.
Ci racconti come è nata l’idea di questo corso?

Erano anni che ragionavo attorno alla forma racconto, ai suoi elementi strutturali, alle sue peculiarità, a ciò che la distingue dal romanzo, e perciò mi sono detto che in effetti avrei potuto mettere in piedi un corso ad hoc, appositamente pensato per gli scrittori di racconti. All’inizio il corso girava col titolo “I dieci comandamenti del racconto breve”, poi qualcuno mi passò un numero del New Yorker ed ebbi l’illuminazione definitiva. Non ho più smesso di portarlo in giro, segno che oltre al fumo c’è l’arrosto, per fortuna. È un corso che mette al bando qualsiasi approccio extratestuale, non vuole lavorare sulla creatività dei corsisti né indagare le ragioni della loro “vocazione”, e non mette in primo piano neppure le biografie dei grandi scrittori (faccio pochissimi cenni, che senso avrebbe?, chiunque può aprire da solo una pagina Wikipedia). È un corso tecnico, che si basa solo sui testi.

Pensi che si possa insegnare a scrivere? Da docente, cosa ti piacerebbe lasciare in dote alla tua classe?

Chiunque faccia esperienza di un corso di scrittura, che lo tenga o che lo segua, vive nel medesimo paradosso: io insegno qualcosa che non può essere imparato; i corsisti imparano qualcosa che non può essere insegnato. Quando c’è un racconto lavorabile, e ci mettiamo a riscriverlo in classe, e riusciamo sensibilmente a migliorarlo, a volte di poco a volte di molto, nell’aula c’è una scarica di elettricità, qualcosa di molto vicino alla gioia. Ed è tutto. Ed è tantissimo, credetemi.

La tua ultima raccolta di racconti, I difetti fondamentali, è uscita per Rizzoli solo l’anno scorso. Ci confermi però che è in arrivo qualcosa di nuovo? Cosa ci aspetta?

Il 22 febbraio uscirò con un romanzo intitolato Gli autunnali. Questo lavoro, di cui sono davvero orgoglioso, segna il mio passaggio alla casa editrice La nave di Teseo. Quel che posso anticipare è che sarà un romanzo molto verticale, scosceso: io non ce l’ho proprio il passo pachidermico del romanziere vecchia maniera. Se vogliamo, ho scritto un romanzo che è anche un immenso ed evidente tributo all’arte del racconto. Presto scoprirete come e perché.

Condividi

Altri articoli

interviste

LE STRADE DELL’EDITORIA • 2

A cura di Carlotta Forni, Filippo Ghiglione e Alessandro Montagnese SECONDA PUNTATA | Capitoli 3 e 4 Il panorama editoriale italiano è un mondo articolato

Facebook

Scuola del libro

la Scuola del libro è un laboratorio permanente che propone un'offerta formativa intorno a tutti i mestieri del libro: traduzione, editing, grafica, redazione, impaginazione, ufficio stampa, comunicazione, marketing, ebook, social network, editoria digitale; e alla scrittura nelle sue varie forme: narrativa, non fiction, autobiografia, scrittura per ragazzi, giornalismo culturale.
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
Eccoci a @piùlibripiuliberi con Giulia Caminito e Andrea Pomella !

#scriveretuttolanno
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
Abbiamo organizzato tre incontri a @piulibri2022 e siete tutti invitati! 💥
Vi aspettiamo:

📍Il 7 dicembre alle ore 19 per farvi raccontare da alcune delle nostre ex allieve che succede dopo il master "Il lavoro editoriale" e quali sono gli sbocchi lavorativi.

📍L'8 alle ore 12 con Annalisa Camilli che vi parlerà di giornalismo e di come utilizzare gli strumenti e le tecniche per costruire un'inchiesta.

📍Sempre l'8 dicembre ma alle 19 in compagnia di Giulia Caminito (@caminits) e Andrea Pomella per scoprire come, quando e perché si diventa scrittori.

Siateci 😄

#reportagegiornalistico #giornalismo #corsodigiornalismo #corsoonline #reportagenarrativo #scuoladigiornalismo #giornalismoonline #parlaredilibri #corsidiscrittura #live #corsidigiornalismo #leggerechepassione #parlaredilibrisempre #leggerefabene #corsidieditoria #lavorareineditoria #corsidiscritturacreativa #scriveresempre #storiedaraccontare #scriverescriverescrivere #corsodiscrittura #scrivereunlibro #corsidiscritturaonline #scriverechepassione #corsodiscrittuaonline #masterineditoria #reportage #scrivereperprofessione #scritturacreativa #LavoroEditoriale
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
Per ingranare con la marcia giusta, torna il «Corso base di scrittura letteraria» di Carola Susani.

Quattro incontri online, a febbraio.
✍️ Per saperne di più: info@scuoladellibro.it
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
All'interno della Scuola del libro c'è un laboratorio sartoriale dove facciamo una formazione professionale e personalizzata per le case editrici:
📚 per quelle appena nate che vogliono crescere
📚 per quelle con anni di esperienza che vogliono offrire ai loro dipendenti corsi di aggiornamento.

Prendiamo le misure, insomma, per confezionare un corso che vi calzi a pennello. 🧑‍🎨

👉🏻 https://bit.ly/3VftYAr

Per scriverci: info@scuoladellibro.it
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
Et voilà: torna il corso di traduzione letteraria dal francese.

👉 Per saperne di più: info@scuoladellibro.it
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
«Case che proteggono, che rinchiudono, che nascondono, case che mentono, case che si spalancano, case che vengono abbandonate, case che crollano. Leggendo storie di case proveremo a capire meglio come funzionano stanze, muri, porte e finestre di una storia».

Una lezione di Paolo Cognetti.
Qui i dettagli: https://bit.ly/Cognetti_lezione

twitter

Domani comincia il corso di editing a cura di Andrea Gentile e Marco Marino, rispettivamente direttore editoriale e editor di @ilSaggiatoreEd.

C'è ancora qualche posto disponibile:

🧐Qui il programma: https://t.co/0MzBHF0MIl
📩 info @scuoladellibro.it https://t.co/khDyW9eTSb
scuoladellibro photo

Il nostro instagram

5 months ago
5 months ago
5 months ago
6 months ago
6 months ago
6 months ago