Intervista a Tito Faraci

Foto di Tito Faraci

«Sarà un corso molto pratico. Non ho alcuna paura di rivelare i miei segreti del mestiere».

Abbiamo fatto una chiacchierata con i docenti dei corsi di scrittura e di editoria per scoprire qualcosa di più sui loro mestieri, le abitudini e i maestri che li hanno ispirati. E per sapere da loro perché frequentare un corso può essere davvero utile. 

Come ti prepari alla stesura di un fumetto? Hai dei rituali, delle abitudini? Dove trovi ispirazione per le tue storie? 

Ho ritmi di lavoro molto regolari, anche se non biasimo chi non li ha. Mi capita di lavorare ovunque, a qualunque ora, ma preferisco cominciare la mattina, nel mio studio. Riflettere su quello che ho fatto ieri, prima di iniziare il lavoro di oggi. L’ispirazione? Be’, pensare alla rata del mutuo aiuta… Cosa che dico con ironia e, insieme, serietà. Quando dico “scrivo fumetti per vivere” mi sento orgoglioso e felice di stabilire questo rapporto di intimità, di necessità, con la scrittura stessa. Il fumetto consente di vivere di scrittura, e questa è un’ottima cosa.

Da qualche anno dirigi la collana “Comics” per Feltrinelli, è un’esperienza che ti permette di avere un punto di vista diverso sui fumetti? Il corso può essere un’occasione per scoprire nuovi talenti? 

Me lo auguro fortemente. Punto molto sui giovani e anche sugli esordienti. Lo sto dimostrando.

Che consiglio daresti a chi vuole iniziare a scrivere un fumetto?  

Leggere molti fumetti, analizzarli. Chiedersi in che modo, chi li ha pensati e progettati, è arrivato a quel risultato. E poi è importante rendersi conto che questo tipo di scrittura, di sceneggiatura, richiede una tecnica molto precisa. Una conoscenza puntuale dei codici.

Quando hai pubblicato il primo libro? È stato difficile? 

Mi sembra di scrivere e, quindi, pubblicare fumetti da sempre. Ci sono arrivato con una certa facilità, che oggi a ripensarci mi stupisce. Ciò non toglie, lo dico onestamente, che scrivere fumetti non sia un gioco da ragazzi, anche quando scrivi per ragazzi.

Che cosa insegnano i fumetti che i romanzi non insegnano? 

A narrare per immagini, partendo da esse. È l’apoteosi del “Show, don’t tell”.

Perché pensi sia utile frequentare un corso di scrittura? E perché un corso come il tuo?

Credo che i ferri del lavoro di uno sceneggiatore di fumetti siano utili per scrivere qualunque tipo di sceneggiatura e, in fondo, di storia. Sarà un corso molto pratico. Non ho alcuna paura di rivelare i miei “segreti” del mestiere. 

Condividi

Altri articoli

interviste

LE STRADE DELL’EDITORIA • 2

A cura di Carlotta Forni, Filippo Ghiglione e Alessandro Montagnese SECONDA PUNTATA | Capitoli 3 e 4 Il panorama editoriale italiano è un mondo articolato

Facebook

Scuola del libro

la Scuola del libro è un laboratorio permanente che propone un'offerta formativa intorno a tutti i mestieri del libro: traduzione, editing, grafica, redazione, impaginazione, ufficio stampa, comunicazione, marketing, ebook, social network, editoria digitale; e alla scrittura nelle sue varie forme: narrativa, non fiction, autobiografia, scrittura per ragazzi, giornalismo culturale.
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
Eccoci a @piùlibripiuliberi con Giulia Caminito e Andrea Pomella !

#scriveretuttolanno
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
Abbiamo organizzato tre incontri a @piulibri2022 e siete tutti invitati! 💥
Vi aspettiamo:

📍Il 7 dicembre alle ore 19 per farvi raccontare da alcune delle nostre ex allieve che succede dopo il master "Il lavoro editoriale" e quali sono gli sbocchi lavorativi.

📍L'8 alle ore 12 con Annalisa Camilli che vi parlerà di giornalismo e di come utilizzare gli strumenti e le tecniche per costruire un'inchiesta.

📍Sempre l'8 dicembre ma alle 19 in compagnia di Giulia Caminito (@caminits) e Andrea Pomella per scoprire come, quando e perché si diventa scrittori.

Siateci 😄

#reportagegiornalistico #giornalismo #corsodigiornalismo #corsoonline #reportagenarrativo #scuoladigiornalismo #giornalismoonline #parlaredilibri #corsidiscrittura #live #corsidigiornalismo #leggerechepassione #parlaredilibrisempre #leggerefabene #corsidieditoria #lavorareineditoria #corsidiscritturacreativa #scriveresempre #storiedaraccontare #scriverescriverescrivere #corsodiscrittura #scrivereunlibro #corsidiscritturaonline #scriverechepassione #corsodiscrittuaonline #masterineditoria #reportage #scrivereperprofessione #scritturacreativa #LavoroEditoriale
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
Per ingranare con la marcia giusta, torna il «Corso base di scrittura letteraria» di Carola Susani.

Quattro incontri online, a febbraio.
✍️ Per saperne di più: info@scuoladellibro.it
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
All'interno della Scuola del libro c'è un laboratorio sartoriale dove facciamo una formazione professionale e personalizzata per le case editrici:
📚 per quelle appena nate che vogliono crescere
📚 per quelle con anni di esperienza che vogliono offrire ai loro dipendenti corsi di aggiornamento.

Prendiamo le misure, insomma, per confezionare un corso che vi calzi a pennello. 🧑‍🎨

👉🏻 https://bit.ly/3VftYAr

Per scriverci: info@scuoladellibro.it
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
Et voilà: torna il corso di traduzione letteraria dal francese.

👉 Per saperne di più: info@scuoladellibro.it
Scuola del libro
Scuola del libro2 months ago
«Case che proteggono, che rinchiudono, che nascondono, case che mentono, case che si spalancano, case che vengono abbandonate, case che crollano. Leggendo storie di case proveremo a capire meglio come funzionano stanze, muri, porte e finestre di una storia».

Una lezione di Paolo Cognetti.
Qui i dettagli: https://bit.ly/Cognetti_lezione

twitter

Torna «Trovare la voce», il corso di scrittura di Antonio Pascale. Online, a marzo.

🧐Qui il programma: https://t.co/enNXNAUOYu https://t.co/kk9CGy6pTw
scuoladellibro photo

Il nostro instagram

5 months ago
5 months ago
5 months ago
6 months ago
6 months ago
6 months ago